NOIQUADRI.it    di Pietro VIRGILIO

pag. 17   la foto del volontariato UNICEF

PER IMPEGNARE CON PROFITTO IL TEMPO LIBERO A DISPOSIZIONE DI UN

GIOVANE ( SIC ! ) PENSIONATO

 

PRESSO UN CENTRO COMMERCIALE TRA DUE GIOVANI E VALENTI

VOLONTARIE IMPEGNATE NELL'ADOZIONE DELLE PIGOTTE

 

    Sull' UNICEF - se vuoi saperne di più - clicca i siti

WWW.UNICEF.ORG oppure

WWW.UNICEF.IT

Il Volontariato é  professione da prendere a piccole dosi e comunque inspirati  non solo dalla " pietas" o dalla " caritas "  quest'ultima intesa come una delle tre virtù teologali.......    é per questo che  suggerisco la lettura di un ottimo testo propedeutico all' impresa che Vi accingete ad intraprendere, ovviamente con l'animus del " Quadro "  :

 

di  Alessandra ROCCATO e Gian Carlo COCCO

IL VOLONTARIO IRRESISTIBILE

Clab Editrice

********************************************************************************************************

dopo quasi  20 anni di volontariato...........é arrivato il momento di :

LETTERA APERTA ( non spedita ma solo pubblicata ) DI UN VOLONTARIO SENIOR al Comitato UNICEF Italia

Sono volontario Unicef da anni ed ho fatto di questo volontariato una sorta di terzo pilastro della mia vita oltre l’impegno familiare e quello lavorativo ( quasi 50 anni ) conclusosi con la qualifica di Dirigente ed  il pensionamento da giornalista pubblicista nelle due aree ( Security e Quadri Intermedi legge 190/85 aree cui ho dedicato così larga parte del mio tempo).

Ma gli anni passano in fretta ed i bilanci di verifica si accavallano tutti insieme.

 Pur se ancora fisicamente solidissimo, grazie ad un occhio di riguardo che il Padreterno  ha nei miei confronti,  il superamento dei 14 lustri si fa sentire e devo rallentare il ritmo.-

Chi mi conosce bene sa della mia innata tendenza alla chiacchiera ed al salotto, ecco  il perché dell’abbondante prologo, ma veniamo al nocciolo.

Ieri si è conclusa la manifestazione dell’Orchidea, sono stato in  strada per due giorni con altri volontari e con l’appoggio di giovani di Ing D., domani ho accettato l’invito di esaurire le restanti Orchidee presso un Centro Commerciale.  E’ stato  – come sempre – un bagno di relazioni con i donatori, con i volontari,  un bagno di entusiasmo e di raccolta risultati….. ci siamo spesi molto, ma la mia postazione ha raccolto buoni frutti e mi sento particolarmente gratificato e soddisfatto.

Nelle pause, tra una ondata e l’altra di donatori,  più di altre volte, mi sono soffermato a riflettere sul mio  stato  di volontario.  Vecchio, anche se in gamba,  insieme ad altre signore piuttosto attempate volontarie non preparatissime, ma con tanta voglia di fare….. ma tra noi e quei giovani di Ing Direct  così brillanti anche se con una superficiale conoscenza di Unicef una distanza incolmabile per fluenza di dialogo, per brillantezza per intuizione nell’approccio con i passanti e per resistenza ….. ed ho tratto qualche conclusione.

La prima :  la parte predominante del successo dell’orchidea sta nella  bella campagna  mediatica con l’immagine di Banfi e l’obbiettivo azzeccatissimo della speciale raccolta fondi,

la seconda : successo anche grazie  al tam-tam di qualche giorno prima  di molti di noi via mail o telefono per convocare donatori ( delle mie 255 orchidee cedute forse quasi 50 e più sono dovute a semplici prenotazioni tra miei amici ed amici di Ing Direct )

la terza : penso che  l’entusiamo tra i giovani con la diffusione dell’esperienza e con la dovizia di foto indossando la pettorina UNICEF sarà determinante  per la prossima edizione dell’evento.

Quindi la prossima volta più giovani  in piazza e gli attempatelli come me – se possibile – a casa a pensare oppure vicino ai giovani, ma solo da corollario.

Cara UNICEF Italia , l’ho presa un po’ alla larga, come si dice da noi in Toscana ! E’ venuto il momento di essere depennato dalle liste dei volontari che  sono sul pezzo in strada, la mia dedizione alla causa Unicef sento che debba prendere una direzione del tutto diversa.

Quando sarò libero da impegni familiari, immagino di  pensare a qualche iniziativa di pubbliche relazioni  sfruttando il consumato elenco delle mie relazioni,  mettere in contatto le diverse Presidenza con possibili donatori istituzionali, galvanizzare qualche  vecchio collega della Stampa perché si interessi ad Unicef, pensare ad un progetto di modernizzazione  delle attrezzature da usare in strada ( lettori di codici a barre, macchinetta per la stampa delle ricevute e raccolta  indirizzi mail…..solo per fare un esempio.

Nel mio lavoro, mi sono sempre considerato un po’ artista ed anche un po’ ribelle  a regole predeterminate, mi sembra naturale quindi tentare un aggiornamento …… rileggendo quel simpaticissimo testo di Roccato e Cocco “ Il volontario irresistibile “ mi ha colpito l’aforisma  “ il Volontariato ha tre nemici :  chi pensa troppo in grande , chi pensa troppo in piccolo, chi pensa troppo “ e mi auguro di non essre annoverato fra costoro contando sulla capacità che Voi amici  avete di cogliere  la mia predisposizione all’ironia !

Grazie dell’attenzione, una calorosa stretta di mano  , con simpatia e stima.

 

Pietro VIRGILIO

Milano  4 ottobre 2011

Pubblicata sul sito www.noiquadri.it

 

tornasu